AMBULATORI

Ambulatorio
dell’Osteoporosi

L’OSTEOPOROSI è una malattia dello scheletro caratterizzata da una riduzione della massa ossea e da alterazioni qualitative che si accompagnano ad un aumentato rischio di frattura. La sua frequenza aumenta con l’età fino ad interessare la maggior parte della popolazione oltre i 70 anni.
Vengono colpiti donne e uomini: si stima che ci siano oggi in Italia circa 3,5 milioni di donne ed 1 milione di uomini affetti da osteoporosi.
Viene chiamata “ladra silenziosa” perché è asintomatica, cioè dà segno di sè solo quando causa una frattura.
La MOC di screening è indicata per tutte le donne dopo i 65 anni, e in donne e uomini più giovani in presenza di fattori di rischio (menopausa precoce, ridotta attività fisica, ridotto introito di calcio, ridotto peso, malattie croniche, assunzione di alcuni farmaci ecc.).
La MOC permette di misurare in modo abbastanza accurato la massa ossea e quindi di stabilire il rischio di frattura.
La diagnosi densitometrica deve però tradursi in diagnosi clinica solo dopo una valutazione complessiva di diagnostica differenziale.

La Sanitas diagnostica si avvale del sistema Explorer QDR Series che esegue misurazioni di densitometria ossea con precisione insuperabile e a dosi irrilevanti di radiazioni.
Si ottengono così misurazioni della densità ossea della colonna vertebrale e del femore con una calibrazione automatica continua, garantendo in ogni momente risultati precisi della MOC.
Il trattamento dell’osteoporosi deve essere finalizzato alla riduzione del rischio di frattura. Provvedimenti non farmacologici o l’eliminazione di fattori di rischio modificabili dovrebbero essere raccomandati a tutti.
Al contrario l’utilizzo dei farmaci specifici è condizionato alla valutazione del rapporto rischio/beneficio.
E’ quindi molto importate che i pazienti vengano valutati in un ambulatorio specifico, da uno specialista competente per escludere forme di osteoporosi secondaria ed impostare una terapia idonea.